Bici elettrica: scegliere il modello più adatto

Bici elettriche, bici da passeggio, bici vintage. Bici artigianali personalizzate con stile

Le biciclette da passeggio in stile retrò El Ciclo sono state costruite fin dall’inizio ispirandosi alla bicicletta di fine anni cinquanta e decennio anni sessanta. Le caratteristiche della bici moderna di quell’epoca era la costruzione più snella della bici costruita in precedenza,  i  freni  a filo con guaina flessibile al posto dei freni a bacchetta, le selle più filanti e nei modelli di prestigio si utilizzavano selle in cuoio di produzione inglese o olandese ed anche selle prodotte artigianalmente in Italia. La sella in cuoio in particolare conferiva  un aspetto estremamente importante alla bicicletta stessa. Un’altra caratteristica nuova erano i colori pastello che avevano sostituito il nero praticamente unico colore per tutte le bici costruite fino al dopoguerra. Il manubrio assumeva altre forme e si diffondevano pieghe italiane, tipica il modello Torino, pieghe tedesche come la Vienna e francesi come la Peugeot. Il manubrio in particolare modificava la postura del ciclista ed esaltava l’immagine della giovane donna in bici. Il telaio era in acciaio ed il tipo di congiunzione dei tubi rimaneva quello classico utilizzato sui modelli precedenti; la congiunzione avveniva per brasatura ovvero si utilizzava ottone come materiale di riporto che una vota fuso colava e riempiva le fessure di collegamento dei tubi ed altri elementi che componevano il telaio.

Gusto e linea italiana per le nostre biciclette elettriche

El Ciclo ha voluto fin dall’inizio costruire le proprie biciclette ispirandosi alle caratteristiche descritte e cosa ancor più importante e praticamente unica se considerata nel 2011, anno della costituzione della ditta , era quella di rispettare quelle caratteristiche costruendo bici elettriche.

Il motivo dell’ispirazione che ci ha portati a questa scelta di stile è stato quello di essere italiani ed apprezzare il nostro stile che è e rimane unico in ogni prodotto; se paragoniamo l’abbigliamento, la pelletteria o qualsiasi altro prodotto italiano, quindi anche la bicicletta, con prodotti di altre provenienze europee, salta subito in evidenza il gusto e la linea che ha sempre una sua personalità. Se poi addirittura pensiamo italiano non potremo mai gradire linee e non stili di bici di provenienza cinese o asiatica in generale.

La qualità tecnica delle bici del nord Europa è fuori discussione, ma il gusto e lo stile non è considerato importante quanto la qualità costruttiva e quindi la personalità di quei modelli è quasi sempre fredda e lontana dal nostro modo di essere.

Noi abbiamo cercato fin dall’inizio di essere attenti anche alla qualità del prodotto artigianale e su questo non temiamo confronti pur riconoscendo valido tutto ciò che il mercato offre di ben fatto.

Dalla cura nella progettazione ai componenti di qualità

La scelta dei componenti è fatta rispettando dei livelli di qualità fondamentali senza dimenticarsi di dover comunque allestire un prodotto che deve rispettare costi di mercato.

Così le nostre bici da passeggio in stile vintage sono costruite con un telaio in acciaio con congiunzioni brasate, colori pastello, utilizziamo selle in cuoio Brooks,pieghe manubrio che si rifanno a quelle dell’epoca, il tutto montato artigianalmente ossia una bicicletta per volta e per mantenere linee pulite pur essendo bici a pedalata assistita realizziamo i cablaggi con passaggio fili all’interno di canaline riportate avvitate ai tubi telaio con forme e sezioni tali da non modificare l’immagine pulita della stessa bici. L’impiego e la scelta di utilizzare un mozzo della ruota elettrico è tutt’ora dettata dal voler mantenere la linea della bici anni 50, cosa che non sarebbe possibile utilizzando un motore centrale in quanto la sua forma renderebbe l’insieme diverso dai modelli tipici. Il motore centrale è un’ottima scelta quando si costruisce una city bike moderna, ma appunto in quanto tale non ha nessuna relazione con la bicicletta in stile. Anche la scelta di utilizzare sempre un cambio interno al mozzo è determinata dal fatto di ottenere il giro catena pulito, senza deragliatore migliorando tra l’altro di molto la semplicità di passare da una marcia all’altra, cosa che può avvenire anche da ferma ; il cambio esterno utilizzato nella stragrande maggioranza dei costruttori di bici è motivato  principalmente da costi di gran lunga inferiori e poi comunque dal fatto che la quasi totalità di biciclette in particolar modo elettriche, sono city bike con  telai alluminio e non devono rispondere ad uno stile retrò.

Infine nelle fasi finali di montaggio utilizziamo accessori che impreziosiscono la bicicletta come piano portapacchi in multistrato di mogano, loghi anticati e formati in stampo,fascette ferma-cavi in pelle.

Ogni singola bicicletta ha il suo numero di matricola stampigliato su una targhetta ovale applicata al telaio con chiodini acciaio utilizzati dai vecchi costruttori meccanici per applicare le targhette identificative ai telai delle loro costruzioni. Al numero corrisponde una scheda tecnica con il nome del Cliente che è posta in archivio in modo tale da sapere anche dopo anni dalla data di acquisto cosa c’è montato sulla bici stessa, in particolare quali componenti elettrici che potranno essere sostituiti  con parti uguali o compatibili.

Non viene comunque sottovalutato l’impiego di viteria e raggiatura ruote esenti da ossidazione, tanto è vero che il materiale utilizzato è acciaio inox.

A proposito di bici con la pedalata assistita

Il sistema a pedalata assistita impiegato è stato migliorato costantemente fino ad ottenere una estrema semplicità di impiego unita ad una brillante risposta progressiva in fase di accelerazione con una bassa rumorosità del motore elettrico.

Le nostre biciclette a pedalata assistita in stile retrò o vintage sono mezzi  concepiti per essere utilizzati in città, ma anche per fare la gita fuoriporta garantendo percorrenze medie di 80Km che possono diventare molti di più con un contributo attivo del ciclista, senza penalizzare però la  caratteristica estetica apprezzabile da chi vuole tutto ciò.

Chi comincia ad amare la bicicletta a pedalata assistita, scopre un mondo nuovo che gli permette di ampliare il raggio dei percorsi e di muoversi con piacere. Quando poi il possessore del mezzo entra completamente nell’ottica dell’uso corretto, usare la bici elettrica non vuol più dire non far fatica, ma dosare sapientemente le proprie capacità fisiche in modo tale di raggiungere obiettivi inimmaginabili che ti portano a diventare un Cicloturista.

Acquistare la bici a pedalata assistita che ti piace come oggetto e come stile è una scelta intelligente che porta a godere la bici stessa, a sentirla propria, ed i nostri Clienti rispondono quasi sempre a persone di ogni estrazione sociale che scelgono perché vogliono determinate caratteristiche oltre al fatto che si tratti di una bici elettrica; sono Clienti che non comprerebbero mai un prodotto facendo la scelta unicamente sul prezzo ed inoltre la scelta la fanno per la bici a pedalata assistita che mantiene le linee della bici italiana degli anni 50.

Costruire un prodotto con le linee che ti piacciono e che vai a ricercare con i tuoi ricordi e con il tuo modo di essere, non è facile, può avvenire soltanto quando non vuoi barare e non aspiri soltanto a far soldi; per guadagnare ed essere anonimi noi non siamo fatti, pertanto proponiamo al Cliente il meglio che sappiamo fare aggiungendoci anche personalizzazioni richieste che però non danneggino il risultato finale. Parlare con il Cliente ed assecondare non vuol dire fare tutto ciò che ti chiede, ma consigliare le scelte migliori che soddisfino le sue aspettative mantenendo valorizzato il prodotto.

Noi facciamo così!

Bici elettrica da passeggio: scegliere il modello più adatto

Bici elettrica DUCALE

Dal modello Ducale uomo e donna, al modello Leonardo u. e Beatrice d. passando per il modello Mondina uomo e donna,  manteniamo il nostro stile vintage senza però ripetere caratteristiche tra loro.
La Ducale è una bici classica pulita nelle linee, con pneumatici di sezione leggermente maggiore al pneumatico tradizionale, freni sport, cambio interno al mozzo, sella Brooks, piega manubrio Torino.

Bici elettrica LEONARDO

Leonardo e Beatrice sono le bici elettriche con stile ed accessori più raffinati che si possono tutt’ora trovare sul mercato. Tutti i componenti elettrici e la batteria contenuti in un baule in Cuoio naturale di produzione artigianale. Sulla Leonardo il bauletto o scrigno è montato appena dietro alla sella su un suo supporto, la Beatrice invece monta il bauletto anteriormente  con supporti solidali al telaio per non far gravare il peso sullo sterzo. Su entrambe abbiamo montato un freno a disco anteriore che all’epoca non esisteva, ma il risultato estetico oltre che funzionale ha dato un tocco che non guasta; pneumatici color cioccolato a palloncino, cambio interno, Sella Brooks e piega manubrio tipo Peugeot.

Bici elettrica MONDINA

La Mondina è la bici in stile che ha come caratteristica principale i pneumatici di grande sezione ed un portapacchi da lavoro anteriore oltre al portapacchi posteriore.
Anche sulla Mondina abbiamo montato il freno a disco anteriore ed il cambio è sempre interno al mozzo, sella Brooks e piega manubrio tipo Vienna.